Cronaca Evidenza Giarratana Ragusa Santa Croce Camerina

Niente scontrini, chiusi cinque negozi nel ragusano

L’attivita’ della Guardia di finanza di Ragusa, contro le irregolarita’ nell’emissione dello scontrino e della ricevuta fiscale, ha consentito l’esecuzione di cinque provvedimenti di chiusura di altrettante attivita’
commerciali. Le Fiamme gialle hanno apposto i sigilli ad una pescheria di Santa
Croce Camerina, ad un negozio di ortofrutta di Ragusa, hanno sospeso l’attivita’
di due ambulanti di Giarratana e apposto i sigilli a un bar ubicato in un importante centro commerciale del capoluogo ibleo. Ai cinque esercizi e’ stata inflitta la sospensione dall’attivita’ per tre giorni consecutivi.  I provvedimenti sono stati emessi dalla Direzione Regionale dell’Agenzia delle entrate di Palermo, a seguito di quattro distinte mancate emissioni dello scontrino fiscale negli ultimi cinque anni, accertate dai militari della Guardia di Finanza nel corso delle odierne attivita’ di controllo.    La sospensione e’ stata operata in applicazione dell’art. 12, comma 2, del Decreto Legislativo 471/97 che prevede la chiusura dell’esercizio commerciale per un periodo da un minimo di tre giorni sino ad un massimo di un mese. Nel 2012 la Guardia di Finanza di Ragusa ha eseguito complessivamente 3.633 controlli nei confronti delle varie categorie economiche, tesi a verificare la regolare emissione dello
scontrino e della ricevuta fiscale, di questi 1.261 hanno dato luogo alla rilevazione di infrazioni. Anche nel primo trimestre del 2013, su un totale di 667 controlli sono state rilevate 229 infrazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.