Attualità

Gli americani preseguirebbero i lavori alla base militare del Muos, gli attivisti presentano un esposto in Procura

Un esposto contro i responsabili della base militare americana del Muos, il sistema di comunicazioni satellitari di Niscemi  e’ stato presentato alla Procura di Caltagirone dai comitati civici e delle mamme che si oppongono all’installazione. I denuncianti segnalano ai magistrati quelle che ritengono violazioni del provvedimento con cui il governo regionale ha revocato le autorizzazioni alla costruzione dell’impianto. Secondo gli attivisti, i lavori sarebbero proseguiti lo stesso.  “Ormai non si nascondono piu'”, ha detto Giuseppe Maida, uno dei militanti No Muos, che ha sostenuti: “Li abbiamo visti lavorare al terzo radar con l’ausilio di una gru che sorreggeva il carrello ad arco su cui e’ destinata a scorrere la parabola del sistema Muos che verra’ puntata verso i satelliti. Se non ci sanno difendere i governi regionale e nazionale, chiediamo tutela alla magistratura, per noi e per i nostri figli”, ha concluso. Mentre monta di nuovo la tensione, i No Muos hanno deciso di rafforzare i presidi lungo le vie di accesso alla base.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.