Attualità Modica

La piccola Rita può continuare la cura con le staminali!

L’Azienda Ospedaliera Spedali Civili di Brescia ritira il ricorso e così  Rita L., 19 mesi, di Modica potrà continuare ad avere somministrate le cellule staminali. La bambina  affetta dal morbo di Nieman Pick A/B secondo il magistrato modicano doveva proseguire il cosiddetto “Metodo stamina” o “Metodo Vannoni”, ancora in fase sperimentale e sul quale la legge non è del tutto chiara in riferimento a eventuali conseguenze penali a carico di chi effettua la cura. Lunedì la minore è stata sottoposta all’infusione ed è già tornata a Modica con mamma e papà. Da Brescia era giunto il reclamo, in autotutela, avverso l’ordinanza del giudice. La decisione di ritirare il reclamo scaturisce dall’entrata in vigore del decreto legge 24 del 25 marzo scorso che consente l’infusione delle staminali per quei pazienti che avevano già cominciato la cura, come nel caso della piccola Rita che “beneficia” delle cellule donate dal padre, Carmelo. Il decreto legge solleva, di fatto, i medici da eventuali responsabilità.Entro 50 giorni dovrebbe svolgersi la seconda infusione del ciclo completo di trattamento che ne prevede cinque.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.