Politica Ragusa

Pd Ragusa, Calabrese chiede un centrosinistra unito

Sta per avvicinarsi, e in modo galoppante, la scadenza per la presentazione delle liste e dei candidati a sindaco in vista delle prossime elezioni amministrative del 9 e 10 giugno a Ragusa. Ad oggi, sono numerosi i soggetti politici, i partiti e i movimenti ad aver lanciato simboli e candidati a sindaco con manifesti e slogan di varia natura. Appare chiaro che, probabilmente, tra i tanti ci sia anche qualche scelta strategica o per posizionamento politico o per alzare il prezzo della posta in gioco. Il Pd, ad oggi, non ha ufficializzato alcuna candidatura né ha messo manifesti. Un segnale di vera e propria responsabilità da parte del segretario cittadino Giuseppe Calabrese che, lo ricordiamo, non ha ancora sciolto la riserva dopo essere stato scelto dal coordinamento cittadino, quasi all’unanimità, come candidato a sindaco. Ciò al fine di creare condizioni ideali di pari dignità tra partiti e movimenti di centrosinistra. Ci rendiamo conto che la parcellizzazione venutasi a creare nel panorama politico non aiuta affatto a fare sintesi ma riteniamo che non possa esserci centrosinistra senza il Pd. Un Pd formato da diverse anime eterogenee e ciò, spesso, non agevola il percorso. Queste ed altre sono le ragioni che come partito di maggioranza relativa del centrosinistra ci impongono di lanciare un ultimo appello all’unità ed alla responsabilità. Appello lanciato verso tutte quelle forze politiche individuabili in Idv, Movimento Città, Sel, Megafono e altri movimenti e liste civiche operanti nell’ambito cittadino al fine di incontrarci nel tentativo di dare un governo serio, nuovo e affidabile alla nostra Ragusa. E’ finito il tempo dei tatticismi e chi decidesse di spaccare il centrosinistra senza confronto per sterili motivi preconcetti e personali dovrà assumersi la responsabilità di ciò che accadrà. Se dovesse fallire il tentativo che il Pd intende mettere in atto, riteniamo che ogni singola forza politica sarà libera di procedere e lavorare per il bene di Ragusa, al fine di impedire che l’antipolitica, quella qualunquista ovvero quella della protesta fine a se stessa, possa impadronirsi della città creando lo stesso danno che sta creando al livello nazionale dove, ancora oggi, non si riesce a formare un governo. Il Pd di Ragusa, per questo motivo, predispone un appuntamento, per le 20 di martedì 16 aprile, presso la propria sede di via Natalelli. Con l’auspicio che l’appello possa essere raccolto da tutte le forze politiche interessate a questo percorso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.