Attualità Politica

Pozzallo, sequestrato l’impianto fognario

Sequestrato l’impianto fognario di Pozzallo, quello che sbocca sulla spiagga di Raganzino. Sono stati i carabinieri della Compagnia di Modica e i militari della Capitaneria di Porto di Pozzallo, che ieri, in tarda notte, hanno apposto i sigilli dell’impianto di sollevamento del depuratore fognario cittadino. E’ stata la presenza di liquami a fare scattare le indagini delle forze dell’ordine che hanno portato al sequestro di un’area del demanio marino di quasi cinquecento metri quadrati nella zona del lungomare Pietrenere e di circa duecento metri di Raganzino, nella zona di Viale dei Vespri Siciliani, dove si trova la stazione dei carabinieri. Qui è stata sequestrata anche la cabina elettrica dell’impianto e le pompe di sollevamento dei reflui. A causare il disagio pare sia stata l’usura dei macchinari di filtrazione che non pompando più i liquami verso la zona industriale, dove è sito l’impianto fognario, una volta riempiti i condotti, il tutto si è riversato completamente in mare. L’operazione scattata nella notte da parte dei carabinieri della compagnia di Modica e dalla capitaneria di Porto di Pozzallo ha fatto aprire un fascicolo d’indagini da parte delle forze dell’ordine che adesso dovranno capire come si sia arrivati sino a questo punto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.