Attualità

Bilancio Regione, il Megafono chiede 4 milioni per Ibla

“Nel prendere atto che finalmente con il governo di Rosario Crocetta e’ stato presentato un bilancio vero con entrate certe, dando atto all’esecutivo di una finanziaria che guarda allo sviluppo, il gruppo Megafono, comunque, ha sottoscritto un pacchetto di emendamenti alla finanziaria con l’intento di migliorarla in settori qualificanti della spesa pubblica. In particolare con un emendamento istituiamo un fondo da 20 milioni di euro per l’apprendistato nelle imprese artigiane. Si tratta di un contributo per le nuove assunzioni pari al 90%, all’80% ed al 60% per i primi tre diversi anni. Con un altro emendamento dotiamo di 48 milioni l’articolo 60 della finanziaria per i cantieri per disoccupati finalizzati alla manutenzione degli immobili scolastici. Le richieste potranno essere fatte sia dai comuni che dagli enti di culto. Inoltre, con un altro emendamento, prevediamo dal fondo di 20 milioni gia’ destinato ai Comuni in difficolta’ finanziaria di destinare quote da un milione di euro finalizzate ad impedire la mobilita’ dei contrattisti, proprio in quegli enti a rischio dissesto e pre dissesto, immaginando cosi’ il finanziamento della parte a carico del comune a totale carico dalla regione. Altri contributi con un fondo da 500 mila euro andranno ai comuni che organizzano funzioni associate, cosi’ come previsto dalla legge 267/2000 (Tuel). Nel nostro pacchetto c’e’ anche un fondo da 4 milioni di euro per il recupero di Ragusa-Ibla. Infine diamo la possibilita’ alle imprese industriali di effettuare vendita al dettaglio all’interno delle aree ex Asi. Sull’Irfis interveniamo dando all’istituto la facolta’ di acquistare il pacchetto azionario di Sviluppo-Italia Sicilia. Dai 25 milioni disponibili ex tabella H, chiediamo che si dia un contributo di 200 mila euro alla Casa dei giovani di Bagheria, impegnata da anni nel recupero e cura delle tossicodipendenze. Per ultimo, vogliamo con un emendamento che nei comuni fino a 100 mila abitanti ci sia un solo revisore dei conti, adeguandoci cosi’ alla normativa nazionale”. Lo afferma Giovanni Di Giacinto, capogruppo della Lista Megafono-Crocetta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.