Attualità Modica

Modica, il Cinema “Aurora” torna a vivere

È ufficialmente nata Novecento srl, la società che si occuperà di aprire e gestire il Nuovo Cinema Aurora a Modica, con a capo Michele Avveduto, Martina Giannì, Roberta Pittau e Paolo Ruta. Con questo passo, oltre che con la firma del contratto di locazione della struttura, abbiamo ormai ufficialmente accettato una sfida che, speriamo – pur tra mille difficoltà e non poche incertezze – di poter vincere. Non solo per noi, ma per l’intera comunità modicana. ”
Ci incoraggia molto, affermano Roberta Pittau, Paolo Ruta, Michele Avveduto e Martina Giannì della Novecento Srl, ” nel percorso che da qualche mese abbiamo intrapreso, il riscontro avuto dai nostri concittadini. Specie in queste ultime settimane, da quando cioè si è cominciato a parlare pubblicamente della riapertura dell’Aurora, abbiamo avvertito una curiosità positiva e un’attenzione crescente, che ci dà fiducia in un vero e collettivo sostegno alla nostra iniziativa. ” Se l’impresa è infatti nostra, crediamo comunque che la possibilità di darle uno sbocco concreto sia una responsabilità di tutti. ” A nessuno può sfuggire che oggi Modica è la sola città della provincia senza un cinema cittadino. Priva, cioè, di un circuito culturale popolare, in grado di coinvolgere gli abitanti in una prospettiva di crescita socio-culturale ed economica. La decisione di provare a riaprire il Nuovo Cinema Aurora nasce proprio dalla volontà di restituire al territorio un cine-teatro, un luogo di incontro e una sala per eventi. Il nostro progetto vuole cercare il giusto equilibrio tra produzioni popolari e d’autore, tratteggiando con le scuole cittadine il percorso di un “Cinema didattico” e avviando una stagione teatrale e musicale di qualità.” Questo progetto ha bisogno ora del sostegno dell’intera comunità. Per questo ci siamo rivolti, innanzitutto, all’Amministrazione comunale, ricevendone la solidarietà e la disponibilità a un supporto logistico per le future attività. Inoltre, consapevoli delle difficoltà che le istituzioni pubbliche riscontrano nel finanziare le attività culturali, abbiamo coinvolto molti soggetti privati. E non solo le grandi imprese locali, ma anche gli operatori commerciali, attraverso la rete dei Centri Commerciali Naturali, ai cui presidenti va il nostro ringraziamento per la sensibilità e la disponibilità dimostrateci. ” Ci siamo rivolti e ci rivolgiamo, in particolare, agli operatori commerciali di Modica Alta, che conoscono bene non solo le criticità ma anche le potenzialità del quartiere: nei decenni passati, oltre che uno spazio per gli scambi culturali, il Cinema Aurora è stato una delle attività più significative per l’economia di Modica Alta e la sua riapertura tornerà a rappresentare un traino importante.”  Ma ci siamo rivolti e ci rivolgiamo anche agli operatori di Modica Bassa, del Polo commerciale e di Frigintini, che nel corso degli anni hanno potuto sperimentare le potenzialità di una stabile programmazione culturale come volano di sviluppo generale. ” Insieme a tutti costoro, e insieme a tutti i cittadini modicani, crediamo di poter presto attivare proposte di partenariato diffuso e iniziative di comunicazione condivise, facendo sì che il “nostro sogno” possa cominciare a camminare, tenuto per mano dall’intera città. In modo che Modica, tutta, torni finalmente ad avere il suo cinema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.