Cronaca Modica

Furti a Modica, presa banda di romeni dopo un lungo inseguimento

Dopo la raffica di furti  registrata a Modica lo scorso settembre  sono stati arrestati cinque rumeni. Le indagini consentivano di individuare alcuni giovani  di nazionalità rumena, che seppur non residenti nel territorio della Contea, comunque vi erano transitati apparentemente senza alcun motivo.
Inoltre si verificavano alcune frequentazioni e le abitudini di vita dei cinque, che  trascorrevano la vita oziando, senza una fissa dimora e un lavoro proficuo. Recentemente  erano stati fermati in territori diversi ove non avevano motivo di recarsi se non per commettere delitti. Quindi si sono predisposti  alcuni servizi proprio nei pressi delle loro abitazioni studiandone i movimenti notturni. Singolare e particolarmente rilevante è apparsa la frequentazione di alcune zone difficili da controllare per la vastità dei territori in cui, peraltro, operavano nella convinzione di poter agire impunemente. In particolare, si osservava che preferivano ritornare nei posti in cui avevano portato a compimento i loro furti con lauti bottini, così come era accaduto a Modica.  Il personale del Commissariato di Modica e quello del Commissariato di Caltagirone hanno effettuato  servizi di appostamento nella zona industriale e notavano quattro giovani che alla vista dell’auto della polizia si davano alla fuga, abbandonando la refurtiva che avevano gia preparato per poterla caricare a bordo di un’auto. I cinque,  vistisi scoperti, si dileguavano a bordo di una BMW serie 5 percorrendo a forte velocità la S.S. 417 in direzione Catania. Agenti del  Commissariato di Modica inseguivano i fuggitivi, mente i colleghi  del Commissariato di Caltagirone verificavano un  sopralluogo, appurando che il furto era avvenuto in  due capannoni  e che la refurtiva,  grazie all’intervento della volante,  era stata abbandonata. La Bmv, dopo un lungo e pericoloso inseguimento, è stata bloccata nei pressi della base Nato di Sigonella, in una Zona disabitata ove le uniche due strade di accesso alla SP 104 sono stati bloccati.  I ladri sono stati identificati ed arrestati. si tratta di: Dumitru Alin Smaranda, 28 anni, Mihaita Adrian Radu, 21 enne, Toma Mihai Tataru , di 19 anni, Cristu Costantin Dumitran, 23 anni e Laurentiu Gigi Tutueanu  di 19 anni. La perquisizione della vettura e dell’abitazione rurale dei malviventi, ha consentito di rinvenire arnesi atti allo scasso, circa trecento chili di rame, sigarette asportate sicuramente a Modica lo scorso settembre, un veicolo asportato a Ragusa e totalmente distrutto da incendio e conserve di olive.

imageimageimageimageimage

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.