Comunicati stampa

Corso di formazione Asi per dirigenti delle associazioni sportive dilettantistiche

Una full immersion sulle associazioni sportive dilettantistiche con particolare cura all’analisi dei profili civilistici e fiscali. E’ quella che si terrà sabato 9 novembre, a partire dalle 10 e per l’intera giornata, nei locali della Scuola regionale di sport della Sicilia in via Magna Grecia a Ragusa. L’incontro è promosso dalla delegazione provinciale Asi (Associazioni sportive sociali italiane) di Ragusa in collaborazione con il comitato regionale Asi Sicilia. I lavori saranno aperti con i saluti del delegato provinciale del Coni di Ragusa, Sasà Cintolo, e del presidente regionale Asi, Pippo Campo. I temi che saranno trattati dal relatore, Luca Mattonai, si annunciano molto interessanti per gli addetti ai lavori e per quanti intendono diventarlo. Si parlerà della costituzione delle associazioni sportive dilettantistiche e delle società sportive dilettantistiche, con particolare attenzione ai requisiti essenziali obbligatori. Si faranno dei cenni sulla trasformazione di un’Asd in Ssd. E, ancora, al centro dell’attenzione gli elementi della disciplina fiscale agevolata e i compensi sportivi agli istruttori, agli atleti, il rimborso spese e altre voci similari. Nel pomeriggio, Mattonai parlerà di riparto indiretto utili, della redazione dei verbali da parte dei soci delle Asd nonché delle verifiche degli organi preposti al controllo. Luca Mattonai, laureato in Economia e commercio, si occupa da tempo di consulenza societaria, contabile e fiscale e, in particolare, di consulenza ad associazioni e società sportive dilettantistiche. “E’ un corso di formazione – spiega Claudio Alessandrello, delegato Asi Ragusa – che ci permetterà di chiarire molti punti oscuri relativi alla gestione delle Asd e delle Ssd. Ragione per cui chi è interessato dovrebbe partecipare allo scopo di formarsi ulteriori elementi di conoscenza sulla delicata questione. Stiamo fornendo l’opportunità di partecipare qui nell’area iblea ad un appuntamento per frequentare il quale, di solito, si è costretti a recarsi fuori provincia o addirittura al di là dei confini regionali”. Anche il delegato provinciale del Coni di Ragusa ci tiene a sottolineare che “siamo lieti di ospitare nei locali della Scuola dello sport un appuntamento di grande rilievo tecnico come questo con l’auspicio di fornire un sostegno ai dirigenti delle società sportive in un momento che, tutti sappiamo, risulta essere molto problematico per il movimento in genere”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.