Attualità Ragusa

Formazione: Ial, lavoratori in cassa integrazione e straordinario a chi è in servizio?

Prosegue la protesta dei lavoratori dello Ial Sicilia coordinati dalle sigle sindacali dei comparti formazione professionale di Ugl, Cobas, “Irriducibili della formazione” e Asilfop. Da ieri i tre sindacati hanno organizzato un presidio di protesta in via Marchese di Villabianca, dove ha sede l’ente, per evidenziare la “gravissima situazione che di fatto ha gia’ cagionato e continua a cagionare danni irreversibili ai dipendenti della formazione professionale che rivendicano, al governo regionale, il pagamento delle mensilita’ pregresse, cosi’ come promesso nei vari tavoli tecnici istituiti dall’assessore competente”. Tale situazione “si e’ venuta a determinare a causa del ritardo degli Uffici regionali che, a tutt’oggi, non hanno predisposto tutta la modulistica necessaria agli Enti gestori che consenta di presentare la rendicontazione finale della prima annualita’ dell’avviso 20 FSE (20%). Altro grave ritardo e’ rilevabile sull’emanazione del decreto d’impegno che finanzia la prima anticipazione (25% dell’intero importo) della seconda annualita’ del nuovo piano formativo. In questo paradossale contesto chi subisce il danno piu’ grave e’ il lavoratore che, pur non percependo diverse mensilita’ (chi 11, chi 16, chi 24), ha comunque garantito e continua a garantire con estrema professionalita’ il servizio. Sembrerebbe che, mentre alcuni lavoratori venivano messi in cassa integrazione per l’anno 2011, lo Ial abbia pagato anche lo straordinario o addirittura aumentato il livello contrattuale ad alcuni dipendenti rimasti in servizio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.