Attualità

Scicli, Pd: “Il Busacca cambia ma non chiude”

E’ servito a fare il punto sulla situazione dell’Ospedale Busacca di Scicli il nuovo incontro che il Commissario Straordinario dell’Asp. di Ragusa ha tenuto lunedì con la giunta ed i consiglieri comunali di Scicli, dopo gli impegni che lo stesso aveva assunto nell’estate scorsa.

L’occasione è stata utile per ribadire al dott. Aliquò il programma di riorganizzazione complessiva della struttura sanitaria che il Partito Democratico ha già elaborato e sottoposto allo stesso Commissario straordinario nei mesi passati, nonchè per ottenere alcune risposte a problematiche specifiche che attendono una soluzione.

Così è stato per il Centro Dialisi del Busacca (CAL) che, dopo l’investimento da oltre un milione e mezzo di euro di appena due anni fa, aveva registrato una progressiva diminuzione del personale infermieristico, di quello medico e – conseguentemente – dei pazienti.

Proprio i pazienti, infatti, si sono dimezzati (da venti a dieci) con il recente trasferimento dei malati acuti presso il reparto di Nefrologia di Modica cui non è seguita l’attesa reintegrazione con degenti cronici, mentre alcune strutture convenzionate di Pozzallo e Ispica – negli stessi mesi – hanno registrato nuove richieste di ricovero a danno proprio dei nosocomi pubblici.

Sul punto, ha assicurato il Commissario straordinario, è allo studio un programma di rilancio che già nel 2014 vedrà ripotenziato il centro dialisi del Busacca che vanta strumentazioni tecniche all’avanguardia ed un padiglione nuovo dove allocare i pazienti.

Altrettante rassicurazioni, ancora, sono venute per la tanto sospirata ambulanza medicalizzata che, dopo l’incontro in programma con i vertici del Sues a Palermo il prossimo 14 novembre, dovrebbe essere definitivamente allocata nei padiglioni del Busacca.

Infine assicurazioni sono arrivate per il rilancio del reparto di Chirurgia che – al pari degli altri nosocomi della provincia di Ragusa – vedrà la turnazione di medici già operanti negli ospedali iblei, e sul reparto di Cardiologia che già registra un “open day” ai pazienti sciclitani che necessitano di assistenza, oltre alla costante presenza di uno specialista del reparto del Maggiore di Modica.

Dunque l’Ospedale Busacca cambia registro ma non chiude (men che meno perde posti letto), queste – con una battuta – le rassicurazioni del Commissario Aliquò e sulle quali il Partito Democratico di Scicli garantirà vigilanza nei prossimi mesi anche attraverso l’interessamento diretto dei propri deputati: l’On.le Pippo Digiacomo (Presidente della Commissione Sanità all’Ars) e la Senatrice Venerina Padua (componente della Commissione Sanità al Senato della Repubblica).

Scicli, 5 novembre 2013

Gruppo Consialiare Partito Democratico 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.