Attualità Evidenza Ragusa Vittoria

Terzo giorno senza cibo per Angelo Giacchi. La Prefettura si impegna a contattare i vertici del Governo

Angelo Giacchi, l’imprenditore agricolo di Vittoria, ha iniziato il terzo giorno di sciopero della fame per contestare il metodo delle aste giudiziarie di cui lui stesso e’ rimasto vittima. E non e’ solo nella protesta. Si e’ aggiunto un amministratore della citta’ di Vittoria, Giovanni Cirnigliaro (gia’ assessore allo sviluppo economico in citta’). “Sono anch’io in sciopero della fame, perche’ e’ arrivato il momento di uscire fuori dalle proprie abitazioni e raggiungerci in Prefettura a sostenere la protesta per l’attivazione di un metodo piu’ equo legato alle aste giudiziarie”. In prefettura, nel pomeriggio, i due uomini (sostenuti da diverse associazioni provinciali, dal sindacato “Confsal”, ai Forconi, passando per “l’altra agricoltura” ed arrivando al Movimento Agricoltori Iblei) hanno incontrato il vicario che ha assunto impegni precisi “avviando contatti con i vertici del Governo nazionale per accendere i riflettori su questo scottante tema delle aste giudiziarie”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.