Attualità Sport

Le società sportive di Scicli esprimono il loro disagio!

Le Società Sportive Dilettantistiche  Sciclitane esprimono il loro disagio per le posizioni espresse dalla Giunta Comunale in merito alla fruizione degli impianti sportivi cittadini.

 

  • Non      è possibile che a stagione iniziata e con gli impegni agonistici già      programmati, venga imposta una tariffa oraria per l’utilizzo degli      impianti TRIPLICATA rispetto a quella dello scorso anno.

 

  • Non      è assolutamente pensabile che le A.S.D. possano prendere in gestione gli impianti      così come proposto dall’ Amministrazione Comunale. Non tutti gli impianti      sportivi sono agibili e lo stato delle manutenzioni ordinarie lascia del      tutto a desiderare. Non si possono dare in gestione gli impianti così come      sono, ai limiti della praticabilità per gli atleti e della sicurezza per      gli spettatori. E’ necessario renderli agibili e praticabili prima di      darli in gestione.

 

 

  • Non      è possibile pubblicare un bando per la gestione degli stessi impianti a      stagione sportiva iniziata con il rischio di paralizzare le attività      agonistiche federali. Le associazioni       non sono contrarie all’assegnazione della gestione diretta degli      impianti sportivi anzi, ma tale gestione deve  rientrare in una prospettiva realistica(magari      concordata tra le parti), con un bando       di gestione disciplinato da un regolamento più semplificato      rispetto all’attuale e   pubblicato in maniera tempestiva a fine      stagione sportiva in modo tale che le A.S.D. interessate alla gestione  possano programmarsi sotto tutti i punti      di vista specie quello economico.

 

 

Le Società Sportive di Scicli chiedono al Sindaco, in qualità di Assessore allo Sport, un impegno diretto ed una scelta politica chiara per risolvere una situazione che ormai ha dell’inverosimile. Bisogna adottare i giusti provvedimenti per portare alla risoluzione dei punti sopracitati nel più breve tempo possibile. In mancanza di tali provvedimenti le associazioni sono pronte a manifestare ad oltranza contro questo atteggiamento adottato dalla giunta comunale che viola l’art. 5 – comma 8° dello STATUTO COMUNALE  secondo il quale “il Comune riconosce il valore educativo della pratica sportiva e promuove le iniziative necessarie a favorire lo sviluppo dello sport”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.