Comunicati stampa Modica

On. Nino Minardo: Mobilitazione Forconi. Le buone ragioni rischiano di trasformarsi in gravi danni economici per la Sicilia

L’annunciata mobilitazione del movimento dei Forconi il prossimo 8 dicembre che coinvolgerà tutto il territorio nazionale sta creando notevole preoccupazione tra le diverse categorie produttive iblee e siciliane per gli eventuali danni economici che si ripercuoteranno nei vari settori e che inevitabilmente aggiungeranno danni ai danni già esistenti.

Le giuste rivendicazioni portate avanti dal movimento dei Forconi possono essere condivisibili ma nel contempo ebbene valutare il durante e il dopo di una protesta eclatante, come quella che si sta organizzando, che sicuramente flagellerà ulteriormente l’economia.

Per questo motivo invito Mariano Ferro, del quale ammiro la sua intraprendenza e lo spirito combattivo per giuste cause per la collettività,  di agire con buon senso attraverso il quale si hanno maggiori capacità di agire con equilibrio e ragionevolezza.

Il mio invito parte soprattutto dall’allarmismo generale che l’annunciata mobilitazione sta provocando. Sono stato contattato da diversi imprenditori, commercianti, associazioni ed esponenti delle varie categoria produttive i quali mi hanno esposto le loro preoccupazioni per il rischio e i danni economici che questa situazione certamente arrecherà alla Sicilia che ha già pagato caro lo scotto della protesta del 2012. Le buone ragioni, per cui nasce la mobilitazione, in questo modo rischiano di essere vanificate per lo più senza risultati concreti. Ragionare sulle cose attraverso le istituzioni preposte secondo me è la strada migliore per combattere e agire su temi importanti, come del resto si sta già facendo al Governo, che ha al vaglio diversi provvedimenti di sostegno per la crescita del Paese.

Della forte preoccupazione delle categorie produttive siciliane e degli eventuali disagi di ordine pubblico mi sono fatto portavoce nei confronti del Ministero dell’Interno, nonché del Prefetto e del Questore di Ragusa, in difesa dei diritti costituzionali dei cittadini, dei consumatori, dei produttori, imprenditori, commercianti ecc, che comunque vanno tutelati e salvaguardati.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.