Cronaca Vittoria

Racket della vigilanza, 3 arresti

Estorsioni a tappeto in provincia di Ragusa. E’ lo scenario che emerge dall’operazione antimafia “Night watchman”, eseguita dalla Squadra mobile di Ragusa. Il clan imponeva i servizi di guardiania, in regime di monopolio, a numerosi imprenditori agricoli di Vittoria e di zone limitrofe. La polizia ha eseguito l’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Catania, su richiesta della procura distrettuale antimafia etnea nei confronti di Massimiliano Avola, 37 anni, Enzo e Gianluca Rotante, di 43 e 36 anni, e Francesco Guastella di 53, tutti di Vittoria. Tra gli arrestati anche un appartenente alle forze dell’ordine in servizio presso il commissariato di Vittoria, che avrebbe avuto rapporti abituali con Avola, al quale forniva anche informazioni sulle indagini in corso.

Il ‘capo’ era Avola; poi c’era Guastella, ex guardia giurata gia’ amministratore della Societa’ “La Custode”, il quale insieme ai due Rotante avevano l’incarico di riscuotere i proventi dell’attivita’ illecita, nonche’ di compiere, quale ritorsione, furti e danneggiamenti ai danni delle aziende che non accettavano i servizi imposti dall’organizzazione criminale di stampo mafioso. Le indagini hanno consentito di accertare che il gruppo criminale aveva creato la ditta “La Custode” per fornire una parvenza legale all’attivita’. Adesso e’ stata sequestrata. Il gruppo criminale, facendo leva sulle intimidazioni nei confronti di numerose aziende agricole, era riuscita ad imporsi in regime di monopolio, nel settore della vigilanza. L’organizzazione criminale aveva acquisito cosi’ il pieno controllo del settore, escludeva gli altri istituti di’ vigilanza, operanti sul territorio.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.