Attualità

Sen. Padua: ” daremo risposte a chi vive drammi come Giacchi e Cirnigliaro”

 

“Accogliamo con soddisfazione il fatto che Angelo Giacchi, assieme a Gianni Cirnigliaro, abbia deciso di sospendere lo sciopero della fame e della sete. Adesso si dovrà cercare di lavorare, tutti assieme e ognuno nell’ambito del proprio ruolo, per incassare delle risposte che impediscano ad un imprenditore di essere costretto a dare vita a proteste così eclatanti per fare valere le proprie ragioni”. Lo dice la senatrice del Partito Democratico, Venera Padua, che ieri sera è stata in visita in via Rapisardi a Ragusa, proprio dinanzi alla Prefettura, allo scopo di portare la propria solidarietà a Giacchi e Cirnigliaro. “Ho anche mostrato loro il testo di un disegno di legge – afferma ancora Padua – che ci siamo impegnati a discutere in Parlamento e che dovrebbe ridurre gli effetti devastanti delle aste giudiziarie e di tutto il sistema perverso che ruota attorno. Non è possibile che un imprenditore disperda così, quasi come se nulla fosse, il proprio patrimonio, frutto del lavoro di una vita. Purtroppo, ne prendiamo sempre più atto, i casi del genere risultano essere in crescita. Proprio per questo motivo, nell’apprezzare lo sforzo fatto da Giacchi e Cirnigliaro che, accogliendo i vari inviti loro rivolti, compreso quello della sottoscritta, hanno deciso di sospendere l’eclatante protesta, ci daremo da fare per sollecitare quei tavoli di trattativa che si rendono necessari per fornire degli spunti risolutivi a questo difficile caso e per dare le risposte adeguate a chi si trova invischiato in grossi problemi del genere”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.