Comunicati stampa Ragusa

A Ragusa esiste un problema di mobilità

La mancanza di un adeguato sistema di trasporto pubblico, l’impossibilità di potere contare su adeguate politiche di marketing territoriale, l’assenza di una cabina di regia per il turismo, hanno impedito, finora, al parco commerciale “Isole Iblee” di potere manifestare appieno le proprie potenzialità. Non considerando che arrivano numerose comitive di turisti, anche da Malta, che vengono a visitare le nostre aziende ma non godono dell’assistenza dovuta. “Tutto ciò accade – dice il presidente di “Isole Iblee”, Gianni Corallo – perché a Ragusa esiste un problema di mobilità. Non ci sono i collegamenti necessari tesi a favorire, il più possibile, anche quelle realtà aziendali che si aggregano, come nel nostro caso, per cercare di aggiungere valore alla natura degli insediamenti esistenti. Proseguiamo dicendo che abbiamo a che fare anche con un problema di comunicazione riguardante la segnaletica verticale e orizzontale. Facciamo un esempio. Chi si trova da queste parti e deve andare a Comiso a prendere un aereo non sa neppure come fare. Inoltre, ci si rende conto che esiste un problema di collegamento tra le varie fasi della zona industriale che è parzialmente attenuata con la presenza dei cavalcavia. Attendiamo, quindi, l’esito della convocazione degli stati generali per il turismo in programma giovedì. Con l’auspicio che possa essere presa qualche decisione strategica”. La questione di una rete viaria all’altezza della situazione è dunque imprescindibile per garantire lo sviluppo e la crescita della zona industriale di Ragusa. Ma proprio perché alle aziende che compongono il parco commerciale non piace piangersi addosso, ci si sta muovendo anche verso altre direzioni. Per creare nuove occasioni di interscambio. Il parco commerciale “Isole Iblee”, infatti, fa parte integrante del progetto “Una Rosa per Ragusa”, il laboratorio che punta alla valorizzazione delle realtà paesaggistiche insite nel centro storico superiore, Cava Gonfalone e la vallata Santa Domenica giusto per fare due esempi. “Come parco commerciale, infatti – dice ancora il presidente Corallo – riteniamo che una crescita del territorio non possa prescindere da una crescita complessiva dell’intera città. Così come riteniamo che questa crescita possa realizzarsi attraverso una semplificazione burocratica e amministrativa. Ed ecco perché invitiamo l’Amministrazione comunale a valutare tutte le soluzioni utili per garantire la concretizzazione del suddetto percorso”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.