Attualità Ragusa

Formazione: anche Ragusa aderisce alla protesta

Oltre 300 lavoratori manifestano a Catania, a piazza Universita’, per la prima giornata di mobilitazione unitaria Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, di tutti gli operatori delle tre filiere della formazione. “Chiediamo un incontro urgente all’amministrazione comunale di Catania – commenta Giovanni Migliore, segretario regionale Cisl Scuola con delega alla Formazione – per testimoniare la grave emergenza sociale che si sta determinando nel territorio etneo, dove buona parte dei 1700 posti di lavoro del settore sono a rischio. Il Comune chieda insieme a noi un intervento immediato della Regione”. Alle 15 assemblea interprovinciale dei lavoratori di Messina, Catania, Siracusa e Ragusa presso il circolo didattico ‘Pizzigoni’. I sindacati lamentano gli accordi “non rispettati”, l’avvio delle attivita’ differito e “con difficolta’ crescenti”, la “mancanza di prospettive a medio e lungo termine” e “assenza di un progetto complessivo del governo generano sofferenze nei lavoratori”. “La Regione intervenga subito – aggiunge Migliore – per dare risposte credibili ai punti di maggiore sofferenza, esuberi, licenziamenti, le incertezze in cui vivono i dipendenti degli enti ai quali e’ stato revocato l’accreditamento”. La seconda assemblea dei lavoratori di Caltanissetta, Enna, Agrigento, si terra’ a Caltanissetta mercoledi’ alle 15 presso l’istituto Di Rocco in via Leone XIII, 64. La terza a Palermo giovedi’ alle 15 con i lavoratori di Palermo e Trapani presso l’Iti Vittorio Emanuele di via via Duca della Verdura, 48. Nel corso delle assemblee interprovinciali saranno decise le iniziative di protesta e di lotta a partire da martedi’ 19 a carattere regionale e nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.