Attualità

Cercasi birrai “fatti in casa”

L’associazione Homebrewers siciliani organizza il primo concorso regionale per chi la birra se la fa in casa, per una gara pubblica che decreterà chi è il migliore dell’isola. Alle prime armi, esperti, amatori e sperimentatori. Saranno loro i protagonisti di “Birriamo siculo”, la competizione tra gli appassionati della bevanda tratta dall’orzo e dal luppolo, che la birra amano farsela tra le mura domestiche.

Il ring virtuale della competizione sarà il locale Belle Epoque in via D’Amelio 74. Le uniche armi a disposizione saranno le bottiglie di birra da versare e i boccali con cui una commissione fatta di esperti ‘beer taster’,  che determinerà, seguendo gli standard ufficiali del Mo-Bi (il Movimento Birrario italiano), chi sarà il miglior produttore di birra casalinga.

L’appuntamento è per l’1 dicembre alle 14,30. Si comincerà con la gara, durante la quale ci si potrà confrontare e scambiare idee tra esperti di birre. E si concluderà alle 19 con a premiazione e un’ apericena a tema.

«L’obiettivo – dice Marco Altamore, uno degli organizzatori – è unire gli appassionati di birre fatte in casa sotto un unico tetto per qualche ora. Con lo scopo di creare una rete di appassionati che in futuro potranno anche fare birre insieme scambiarsi esperienze, crescere e collaborare».

Sponsor dell’evento è, oltre al MoBi, il Kuskainstituut di Lorenzo Dabove, in arte Kuaska. Rappresentante per la Sicilia è  Mauro Ricci.

Alla gara ci si può iscrivere fino al 20 novembre telefonando al 320 8254449 o mandando una mail a homebrewersiciliani@gmail.com. Il regolamento è sul sitowww.hobbybirra.info.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.