Attualità Politica

Proficuo incontro in seconda Commissione Ars sul “caso” Giacchi

 

“Ritengo sia stato molto importante l’incontro avuto ieri mattina in seconda commissione, da me fortemente voluto, all’interno del quale Angelo Giacchi come rappresentante di una categoria imprenditoriale in gravi difficoltà, ha esposto dinnanzi al presidente della commissione bilancio on. Dina, la situazione allarmante delle aste giudiziarie che distruggono le speranze di centinaia di lavoratori che oltre ad essere piegati dalla crisi economica, sono anche colpiti dall’esproprio dei propri beni”. Dichiara l’ on. Orazio Ragusa.

“All’incontro come anticipato, hanno partecipato i rappresentanti della Crias, dell’ Ircac dell’ Irfis e della Serit, tutti enti coinvolti direttamente all’interno della problematica. La loro presenza, richiesta da me, è stata fondamentale perché senza una concertazione con questi enti si rischia di fare delle strade che poi non portano a vere soluzioni delle problematiche. Solo in un sistema di sinergie congiunte possiamo davvero rispondere a questi drammi sociali” . Dice l’ On. Ragusa.

“La Crias per bocca della dott.ssa Lorenza Giardina direttore generale, si è detta disponibili a gestire un fondo per ristrutturare i debiti con le banche private. L’ IRCAC, presente con il commissario straordinario Antonio Carullo e con il direttore generale Vincenzo Minì, si è detta pronta ad aprire uno sportello nella provincia di Ragusa che eroghi credito alle cooperative o a consorzi di cooperative con tasso di interesse sociale utilizzando un fondo di rotazione.

Delle criticità in tal senso sono state sollevate dal rappresentante Irfis, il dott. Vincenzo Emanuele direttore generale dell’Ente, secondo il quale per rispondere in modo adeguato alla problematica ha proposto una legge quadro che faccia rete con tutti gli istituti di credito regionali creando insieme un fondo unico da poter mettere a disposizione delle aziende siciliane in difficoltà attraverso il quale si abbiano delle garanzie reali per la ristrutturazione e rinegoziazione dei mutui che hanno nei confronti delle banche private. Inoltre si può pensare di attingere ai fondi europei utilizzabili in regime di aiuto e non in regime di deminis. I tre istituti si sono detti pronti a creare dei nuovi pacchetti finanziari che possano rispondere ancora meglio alle esigenze economiche attuali. Altro elemento importante-dice Ragusa- è la creazione di un tavolo tecnico che si riunirà a breve, attraverso il quale monitorare la situazione attuale e cercare costantemente le soluzioni più adatte”

Soddisfatto dell’incontro Angelo Giacchi il quale vedendo la presa in carico della questione in modo serio, si è detto rassicurato da questo tipo di lavoro politico “ inoltre -dice Giacchi,- il fatto che il presidente della seconda commissione si è impegnato entro il 15 dicembre per la convocazione di un tavolo tecnico tra le parti è segno di un percorso serio che si è avviato e che sono certo, dice Giacchi porterà a dare delle risposte concrete che hanno preso le mosse da questo pronto interesse dell’ On. Ragusa”.

“ Mi ritengo soddisfatto di questo incontro –conclude Ragusa,- e sono certo che insieme troveremo i giusti mezzi per non abbandonare i nostri cittadini che stanno pagando un altissimo prezzo all’interno di questo scenario di crisi economica mondiale. Le soluzioni sono varie come si è visto e vogliamo praticarle tutte per rispondere con prontezza a quanto sta accadendo”.

One thought on “Proficuo incontro in seconda Commissione Ars sul “caso” Giacchi”

  1. Come accade spesso, i buoni propositi in poco tempo si esauriscono, ma si tenga presente che se non si ottengono risposte serie e concrete la situazione degenererà e non possiamo prevedere cosa potrà accadere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.