Attualità Modica

Ammortizzatori in deroga per i lavoratori della Modica servizi

Per gli ammortizzatori sociali in deroga, “il 2013 si chiude con un bilancio positivo, le risorse disponibili , oltre 191 milioni (di cui 108 del Pac), risultano cioe’ sufficienti a finanziare tutte le istanze presentate con un avanzo di cassa di quasi 2 milioni e mezzo, che potranno coprire altre necessita’. Restano invece tutte le preoccupazioni per il 2014 alla luce anche dei tagli della Legge di stabilita’ e dal momento che le risorse Pac sono state spese in un solo anno”. Lo dice Monica Genovese, della segreteria della Cgil Sicilia, al termine dell’incontro all’assessorato al Lavoro per monitorare l’andamento degli ammortizzatori sociali in deroga. Genovese riferisce che “la Regione ha finanziato anche alcune istanze relative a societa’ partecipate per circa 2 milioni e mezzo, uno sforzo che apprezziamo -sottolinea l’esponente della Cgil- purche’ sia chiaro che sul tema delle partecipate occorre fare un ragionamento complessivo, mettendo in luce tutte le criticita’, ci vuole dunque un tavolo specifico che individui le soluzioni”. Sono stati , in particolare, concessi ammortizzatori in deroga per i lavoratori dell’Ente fiera di Messina, della Multiservizi di Enna, della Megaservice di Trapani, della Modica servizi di Modica e dell’Aras. Alla Regione la Cgil chiede dunque di “tenere alta l’attenzione sul problema visto che occorrera’ reperire i finanziamenti per il 2014 e affrontare le criticita’ sul tappeto, come quella che riguarda gli over 50 attualmente esclusi dagli ammortizzatori in deroga e la gia’ detta questione delle partecipate”. La Cgil sollecita anche un tavolo sui dipendenti della sanita’ e delle aziende di trasporto e “un ragionamento sulle politiche attive del lavoro che la regione intende mettere in campo per tutti i lavoratori”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.