Attualità Ragusa

A Ragusa uno studente su tre abbandona la scuola

La provincia di Ragusa ha un tasso di dispersione scolastica tra i più alti in Siclia, è quanto emerge da un dossier della Cgil che fotografa la situazione della scuola dell’Isola. Tra tagli agli organici di docenti (-12,84% pari a 10.520 unita’ dal 2008 a fronte di una contrazione della popolazione studentesca del 4,73%) e personale Ata (-5017), problemi strutturali degli edifici, mancanza di una legge regionale sul diritto allo studio “gli ultimi anni per la scuola siciliana sono stati terribili, con un impoverimento dell’offerta formativa mentre la dispersione scolastica arriva al 22,5%, con punte del 29,5% e del 30,38% a Caltanissetta e Ragusa”. Alla regione il sindacato chiede in primo luogo di varare la legge sul diritto allo studio, di aprire dunque subito il negoziato sull’argomento su cui la Cgil, assieme alla Rete degli studenti medi ha lanciato nei mesi scorsi una petizione popolare che sara’ a breve consegnata all’assessore regionale all’istruzione. Ma anche di attivare una conferenza di servizio per affrontare il problema della dispersione scolastica, con il coinvolgimento di istituzioni scolastiche ed enti locali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.