Attualità Evidenza Ragusa

Anche Ragusa si “sveglia” con i manifesti 6×3, preparati dall’unione degli atei

Anche Ragusa si “sveglia” con i manifesti 6×3, preparati dall’unione degli atei e degli agnostici, che promuovono una vita senza Dio. Togliendo la D a Dio rimane “io”: questa è la nuova campagna di sensibilizzazione dell’Uaar per dare visibilità ai non credenti, alle loro istanze e ai loro diritti. Una serie di poster sono stati affissi anche a Ragusa e in altre città italiane per affermarlo e per ricordare che l’Uaar è al fianco di atei e agnostici nella lotta per i loro diritti e contro le discriminazioni. Per molti credenti tutto questo è una grande tristezza. E’ difficile comprendere perché chi si definisce ateo, che dice di non credere in Dio o che Dio non esiste, senta il bisogno di attaccare Dio. Se si attacca è come affermare, in fondo, la sua esistenza.

26 thoughts on “Anche Ragusa si “sveglia” con i manifesti 6×3, preparati dall’unione degli atei”

  1. Ecco perchè si stanno diffondendo la malvagità, la prepotenza, l’odio, l’incertezza, ecc. Si vorrebbe cancellare dal mondo e dai cuori l’amore di Dio per ciascuno di noi e la dignità che ne deriva e questo è l’effetto che ne deriva.

  2. nessuno sta attaccando il vostro dio, come invece si evince dall’articolo. se un credente trova ciò triste o lo vede come un “attacco”, beh allora che si giri la faccia. l’ignoranza, il bigottismo e la malainformazione regnano sfortunatamente sovrane.

    1. Il Signore Santissimo non ha bisogno di nessuno che Lo difenda. Passeremo tutti sotto il Suo Gudizio. Anche gli atei. Strano che prima di morire ne riconooscano l’esistenza e si convertano.

    2. Quindi pensate ad operare il bene, per presentarvi a Lui rivestiti del Suo Amore. E non date scandalo facendo perdere le anime create da Lui.

  3. Chi vi scrive nn va mai in chiesa ma nn sn ateo, degli atei ho capito solo una cosa…..sono i primi che affermano l esistenza di Dio….Victor Hugo scriveva chi nega Dio davanti a un tramonto a un cielo stellato o davanti alla nascita di un bambino è un uomo grandemente infelice. Nonostante cio nn dimentichiamo mai che l Italia è uno stato laico

  4. io a dire il vero non la capisco qst campagna che è contro chi? booooooo c’è chi vive con DIO e c’è chi vive senza, non penso chi sono discriminati veramente resto allibito

    1. C’è una ragione perché non capisci contro chi è la campagna, ed è semplicissima: non è contro nessuno. È una campagna pubblicitaria e, ovviamente, serve per far conoscere l’associazione e per dire che agisce in difesa dei non credenti, quindi non è contro ma semmai è _per_ qualcuno.

  5. caro diego degli atei non hai capitò granchè…
    al dì la dell’articolo forviante che è ovviamente stato seguito da commenti analoghi.
    Io non mi sono mai sentito discriminato a causa della mia non credenza ma evidentemente cè chi lo è stato e per tanto ha il diritto di essere difeso, come d’altronde la chiesa difende(giustamente)
    da 2000 anni i diritti di chi crede. l’Uaar sostiene solo questo e non attacca proprio nessuno.

  6. sono ateo razionalista, e la campagna dell’Uaar non nulla di aggressivo contro la fede dei credenti; essa vuole solo affermare che noi atei (in particolare atei e agnostici razionalisti, cioè privi sia di credenze religiose che soprannaturali in genere, come astrologia, fantasmi, diavoli ecc.) viviamo la nostra condizione esistenziale serenamente. Nessuna critica a “dio”, ma solo un gioco di parole.

  7. Non ci vedo nessun attacco, è una semplice affermazione che informa che 10milioni di italiani vivono bene senza dio. A chi scrive “Ecco perchè si stanno diffondendo la malvagità… ” desidero replicare semplicemente che chi commette crimini non necessariamente è ateo (i preti pedofili dove li mettiamo?), anzi una ricerca in tal senso dice che solo l’1% dei carcerati si dichiara Ateo. Meditate gente.

  8. solo per rispondere a l’autore dell’articolo: nessuno sta attaccando nessuno,è solo pubblicita’…un po come quando si legge in giro “dio c’è” o “gesu ti ama”..vah! 😉

  9. solo per rispondere all’autore dell’articolo:non si sta attaccando nessuno è solo pubblicita’,un po come quando si vedono in giro scritte come “dio c’è” o “gesu ti ama”. se ci vedi un’attacco non hai capito cosa vuole trasmettere lo slogan.

  10. il cristianesimo è stato attaccato per 2013 anni,il risultato è che la chiesa esiste sempre quindi Dio,ci saranno sempre attacchi verso il cristianesimo ,ricordiamoci quello che disse Gesù:”le parole dell’uomo passeranno le mie vivranno in eterno.

  11. ma a chi cavolo può mai fregare di quanti atei ci sono e se sono felici senza D.? sinceramente avrei speso quei soldi per darli ai piú bisognosi. messaggio idiota generato da qualcuno che ha un criceto in prognosi riservata al posto del cervello!!

  12. Io farei una campagna per mettere la “D” davanti a “io”. Senza questa D il mondo va a scatafascio e si compiono troppe ingiustizie, troppe prepotenze e malvagità. Vabbè che poi si pagano.

  13. sergio maiurana non mi risulta che alla chiesa vadano i TUOI soldi, tranne ché tu non lo esprima volutamente, prima di sparare boiate ti consiglio di connettere la tua testina….., é vero che ognuno coi suoi soldi fa quello che vuole …. ad esempio comprarsi una bella corda…

  14. gianni ti risulta male te lo posso assicurare,lo stato(ke siamo noi) nn fa pagare tante belle cose alla chiesa e poi il sistema dell’8×1000 ha tante sfaccettature per fare ibn modo che tutto quello che nn viene espresso arrivi in qualke modo alle casse del vaticano. E cmq nn mi pare che io sono stato offensivo nei riguardi di qualcuno…ma forse la tua fede ti impone di esserlo. ora la chiudo qui…sfogati pure.

  15. Mai come in questo momento c’è bisogno di Dio, c’è sempre bisogno di Dio.Ci sono persone che non hanno scelto il suicidio perchè sono sorrette dalla fede, altrimenti il numero sarebbe più alto. La verità è che ci vogliono togliere la speranza, ci vogliono rendere merce perché la Chiesa è l’unica che si oppone alla mercificazione dell’essere umano. Ci vogliono senza fede perché ci vogliono senza valori morali e senza valori possiamo essere corrotti da questo razionalismo materiale che ci viene propinato ogni giorno.

    1. Antonio, nessuno vi vuole senza fede, stai tranquillo. Io sono il primo sostenitore della libertà di culto, semmai il problema è l’opposto e cioè che c’è qualcuno che vuole NOI con fede.

  16. X Massimo. Ah si? Nessuno ci vuole senza fede? Se fosse veramente così che senso ha pagare, sottolineo pagare, per appezzare di manifesti la città? Cioè qualcuno è disposto a pagare per propagandare una cosa del genere? Ci volete fare credere che è un gesto innocente per far sapere la vita degli atei, mentre usate la parola Dio? Scusami ma io non me la bevo. Inoltre non è vero che qualcuno vi vuole con fede, il cattolico sa che la fede è un dono e se uno non ce l’ha non spetta a me giudicare, questo però non mi impedisce di dire ciò che penso quando c’è una propaganda all’attacco, non vedrete mai manifesti contro gli atei. Anzi nella Chiesa si pensa che ci vuole molta più fede a credere che Dio non esista, perchè trovarsi davanti alla bellezza del creato e pensare che sia frutto di un caso è come pensare che un’opera d’arte sia senza autore, che quell’opera d’arte si sia dipinta da sola. Insomma ci vuole più fede a pensare che il David di Michelangelo si sia scolpito da solo piuttosto che abbia un autore. Si prega per gli atei, non si cerca di inculcare nessuno, non si può dare un dono che viene da Dio come la fede, se Dio non te ne ha dato non posso dartene io.

    1. Eppure mi sembra che lo slogan sia in italiano, e dica che ci rivolgiamo a quei 10 milioni che vivono bene senza D, non ai rimanenti 50 che invece ci vivono bene.
      Ma lasciamo perdere, cercare di spiegare le cose che già si spiegano da sole è fatica sprecata in partenza.

  17. “non si cerca di inculcare nessuno”??? Antonio sei sicuro che stiamo parlando della stessa religione che battezza i bambini da piccoli e che insegna cattolicesimo nella scuola pubblica? Per quanto riguarda i manifesti non mi pare che ci sia scritto “Credente smetti di farlo” semmai il messaggio che da è “Ateo se ti senti discriminato l’UARR ti è vicino”. Non ci vedo nessun attacco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.