Attualità Modica

Modica, approvato a maggioranza il bilancio 2013

Dopo una maratona di sei ore,  – dalle ore 18 alle 24 –,  ieri è stato approvato, a maggioranza, il bilancio di previsione per l’anno 2013 e tutti gli atti di corredo al documento finanziario: modifiche regolamentari all’addizionale comunale Irpef; approvazione delle aliquote per l’applicazione dell’IMU anno 2013; applicazione della deroga Tares. Conferma per l’anno 2013 della Tarsu. Approvato anche l’aggiornamento del piano di valorizzazione e di alienazione del patrimonio del Comune con l’approvazione dell’elenco degli immobili.

Sempre a maggioranza (diciotto favorevoli e otto contrari) sono stati approvati la relazione previsionale e programmatica al Bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2013; il bilancio annuale di previsione anno 2013 e il bilancio pluriennale 2013/2015.

La seduta si è aperta con 28 consiglieri presenti ed è stato l’assessore al Bilancio Enzo Giannone ad illustrare il documento finanziario che era dotato di un parere non favorevole del collegio dei revisori dei conti relativamente allo schema di bilancio adottato dalla giunta che non poteva tenere conto, per un fatto temporale, dei 3,5 milioni in meno dei trasferimenti dallo Stato.

Successivamente l’amministrazione ha presentato due emendamenti al bilancio.

Con il primo si è provveduto al recupero delle minori entrate per 3,5 milioni di euro attraverso il recupero di due milioni di euro frutto della transazione con il debito Enel e un milione e mezzo di euro attraverso nuovi accertamenti Ici e Tarsu anni pregressi.

Il secondo emendamento ha, nei fatti, impinguato il fondo di svalutazione (previsto dallo Stato a garanzia del prestito concesso) che dal milione iniziale è stato portato a complessivi due milioni e mezzo di euro attraverso un incremento IMU da 7.800.000,00 di euro a 12.380.000,00 di euro con un differenza di 4.580.000,00 euro che ha consentito di impinguare il fondo svalutazione, le spese per risarcimento danni, di eliminare la Tares dei servizi indivisibili,il pagamento delle indennità del sindaco e degli amministratori, nonché il gettone di presenza dei consiglieri comunali e dei componenti le commissioni e la reintroduzione del buono pasto ai dipendenti comunali.

Da registrare l’aumento dell’ Irpef dallo 0,6 allo 0,8 ( era previsto un aumento dello 0,9).

Le aliquote IMU per l’anno in corso solo le seguenti: dello 0,86% i fabbricati diversi dalla abitazione principale; immobili non produttivi di reddito fondiario dello 0,86%; immobili gruppo catastale D – quelli produttivi- dello 0,86% (0,76% a favore dello Stato e o,10% a favore del Comune); fabbricati rurali ad uso strumentale dello 0,2%; immobili locati dello 0,86%.

Sui due emendamenti il collegio dei revisori dei conti ha espresso parere favorevole condizionato al monitoraggio, ogni dieci giorni, della compatibilità del bilancio 2013 con il piano di riequilibrio finanziario già adottato dal civico consesso.

Articolato e intenso il dibattito che si è registrato sul documento economico finanziario che ha visto impegnati i gruppi di maggioranza e di opposizione che alla fine è stato votato, come già scritto, a maggioranza con diciotto voti a favore e otto contrati. Tutti gli atti approvati sono stati dotati dell’immediata esecuzione.

Domani, giovedì 28 novembre alle 11.00, a Palazzo San Domenico, saranno illustrati dal sindaco e dall’assessore al bilancio, Giannone, presente la PO dr. Salvatore Roccasalva, alla stampa i particolari relativi all’adozione del bilancio 2013.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.