Politica Scicli

Nove consiglieri chiedono le dimissioni del sindaco Susino

Dimissioni del sindaco Franco Susino e della sua giunta e nuove elezioni. E’ quanto chiesto in un documento dalla forte valenza politica votato dal Consiglio Comunale di Scicli all’esito della relazione annuale del Sindaco durante la seduta del consiglio comunale dello scorso 26 novembre. Il documento è stato approvato in aula da 9 consiglieri firmatari, Claudio Caruso, Marco Causarano, Bernadetta Alfieri, Guglielmo Ferro, Giorgio Vindigni, Guglielmo Scimonello, Bartolo Ficili, Rocco Verdirame, Salvatore Pellegrino; si sono astenuti sulla “richiesta di dimissioni del Sindaco  e della giunta” Ciavorella (Territorio), Andrea Caruso (ex Pdl) e il capogruppo Udc Marino; mentre  hanno votato contro il documento  in 3: Rivillito e Miceli (Liste civiche) ed il Presidente del Consiglio comunale Udc Bramanti.

Ecco il testo:

In merito alla relazione annuale del Sindaco, fatta pervenire ai Consiglieri comunali che, dopo tanti rinvii, finalmente da la possibilità al Consiglio di  intervenire  per esprimere il proprio giudizio politico sull’attività svolta dalla S.V. e dalla sua Giunta dal giugno 2012 al giugno2013.

I sottoscritti Consiglieri Comunali, Claudio Caruso, Marco Causarano, Bernadetta Alfieri, Guglielmo Ferro, Giorgio Vindigni, Guglielmo Scimonello, Bartolo Ficili, Rocco Verdirame, Salvatore Pellegrinoavendo ascoltato la suddetta relazione, dalla quale si evince che , oltre ad esprimere un giudizio complessivo negativo sul fallimento totale della Sua gestione per non aver saputo affrontare alcun problema del suo programma elettorale, non può altresì far rilevare che la S.V. malgrado gli impegni assunti nei precedenti Consigli Comunali , non ha mantenuto gli impegni scritti e verbali per il rilancio dell’azione politica e amministrativa del territorio. E’ bene ricordarLe che da sempre il Suo impegno programmatico elettorale è stato quello di non aumentare alcuna aliquota e|o tasse, che possano gravare sulla già difficile situazione economica -familiare dei nostri concittadini, in gran parte privi di reddito o su pensionati che a stento arrivano a fine mese.

Questo Consiglio, rileva ancora una volta l’attuale fallimento politico amministrativo di questo governo cittadino così come rileva l’inefficienza e l’inefficacia della sua azione gestionale, che ha portato ad oggi a non avere gli strumenti finanziari approvati , malgrado il lungo tempo trascorso tra la data prevista  dal decreto legislativo 267 del 2000 (30 aprile di ogni anno) e di quello prorogato per decreto , l’ultimo in corso di scadenza al 30 novembre 2013. Una tale situazione avrebbe comportato il coinvolgimento diretto dell’intero Consiglio Comunale, al fine di assumere tutte le decisioni drastiche necessarie a partire dalla riduzione della spesa , prima ancora di poter parlare  di aumento di tasse, alla riorganizzazione e ristrutturazione degli  uffici, ad una politica programmatica in favore dei giovani, degli anziani e di di tutte le categorie sociali più svantaggiate.

Per quanto sopra i sottoscritti Consiglieri Comunali invitano gli altri Consiglieri  ad aderire al seguente documento che, di fatto,  chiede  le dimissioni del signor Sindaco, della Sua Giunta e del Presidente  del Consiglio al fine di ridare la parola ai cittadini per rieleggere i nuovi organi rappresentativi.

Resta inteso che i i sottoscritti consiglieri si impegneranno  in Consiglio Comunale per l’approvazione del Bilancio,  qualora lo stesso strumento in attesa di pervenire in Consiglio Comunale abbia le caratteristiche tecniche e non politiche clientelari che ha portato questa amministrazione  a dover registrare aumenti di tasse, mancata riduzione di spese, come previsto anche dalle norme di legge nazionale e regionale soprattutto privo di sviluppo per la nostra città.

Invita il presidente a voler mettere  il presente documento in votazione con l’augurio che ognuno di noi  per la drammaticità del momento , al di fuori e al disopra delle appartenenze con il voto favorevole possa far cessare questo calvario  a cui è sottoposta la città di Scicli, la nostra città.

 

 

I Consiglieri Comunali

Claudio Caruso, Marco Causarano, Bernadetta Alfieri, Guglielmo Ferro,

Giorgio Vindigni, Guglielmo Scimonello, Bartolo Ficili, Rocco Verdirame, Salvatore Pellegrino

One thought on “Nove consiglieri chiedono le dimissioni del sindaco Susino”

  1. Io non riesco a capire una cosa o meglio il significato di una cosa, parlo degli astenuti…..ma cosa significa, cioè perchè uno decide di astenersi, io penso che seguire il sitema binario sia più pratico, concreto e veloce: SI’ – NO . Quindi il forse a cosa serve, io penso che sia solo un modo per prendere ingiro i cittadini e ovviamente “ma questo è scontato” fare i propri interessi. Addirittura proporrei di fare le votazioni in consiglio da bendati ! così si elimina il rischio di compromessi, visto che durante ogni votazione si ha l’impressione di giocare d’azzardo, e finalmente portare all’estinzione la casta degli indecisi.
    Concluo dicendo che mi dispiace molto il fatto che gli elettori non vadano a constatare di persona la situazione, l’errore che facciamo tutti, a livello locale e nazionale, è quello di pensare che con una corce su un nome si possano risolvere i problemi, in verità bisognerebbe attivarsi e partecipare alla vita politica di tutti in giorni anche nel nostro piccolo essendo presenti ai consigli comunali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.