Attualità Ragusa

Giornata internazionale delle persone con disabilità, Chiavola: “Silenzio assordante da parte della Giunta municipale di Ragusa”

“Un silenzio assordante. E’ quello fatto registrare dall’Amministrazione comunale con riferimento alla Giornata internazionale delle persone con disabilità. Un silenzio che, come rilevato giustamente dal comitato “Ragusa contro le barriere”, sembra fare a pugni con i buoni propositi annunciati in campagna elettorale. Tra l’altro, proprio di recente, i Cinque stelle avevano interrotto una seduta del civico consesso per manifestare la propria solidarietà alle mamme dei disabili che protestavano dinanzi alla Provincia. Sembra strano, quindi, che la Giunta pentastellata si sia dimenticata di questa giornata”. E’ quanto rileva il consigliere comunale di Megafono, Mario Chiavola, sorpreso dal fatto che l’esecutivo di Piccitto, a differenza di quanto accaduto in altre realtà territoriali, non abbia inteso promuovere alcun appuntamento istituzionale per sensibilizzare ulteriormente l’opinione pubblica sul delicato argomento. “Personalmente – aggiunge Chiavola – ho partecipato a Modica ad un appuntamento in cui è stato fatto il punto sulle iniziative portate avanti e su quelle che restano ancora da concretizzare. Non chiedevamo tanto di così ben congegnato e articolato. Bastava, magari, un semplice incontro con le associazioni che si occupano della tematica per dimostrare una qual certa sensibilità su una materia che ha bisogno dell’aiuto e del supporto di tutti. Speriamo, comunque, che questa dimenticanza non sia foriera di risultati negativi. E che, anzi, l’Amministrazione comunale possa in qualche modo recuperare attivando tutte quelle misure che si rendono necessarie per garantire, ad esempio, la maggiore fruibilità dei luoghi pubblici a chi ha difficoltà di deambulazione. Noi, come opposizione, vigileremo e solleciteremo chi di competenza quando sarà necessario. I problemi si risolvono tutti assieme, quando c’è la volontà. Con battaglie del genere da portare avanti, ogni contrapposizione è da mettere al bando. Speriamo che l’Amministrazione comunale abbia l’intelligenza politica di comprendere questo passaggio.  E che, in questo caso, non c’è nessun “nemico da abbattere”. L’unico obiettivo sono le risposte da dare a quei cittadini che vogliono avere l’opportunità di potere contare sulla validazione dell’esigibilità dei loro diritti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.