Politica Ragusa

Migliore: “Il sussidio agli indigenti è il risultato della battaglia dell’opposizione”

La delibera n. 491 del 3 dicembre 2013 con cui la Giunta decide  l’assegnazione di contributi economici straordinari a favore di famiglie in situazione di disagio socio-economico per un totale di 100.000 euro è il risultato positivo di una vera battaglia politica che l’opposizione ha vinto durante la recente difficile sessione di bilancio. A dirlo è il capogruppo dell’Udc al Consiglio comunale di Ragusa, Sonia Migliore. “E’, in pratica, il frutto – aggiunge Migliore – di ben 35 emendamenti da me presentati in consiglio per un totale di 400.000 euro in favore di indigenti, famiglie disagiate, assistenza a minori e anziani, parecchi dei quali con pareri positivi e tutti bocciati dalla maggioranza. Per giustificarne la bocciatura, assessore, sindaco e maggioranza hanno detto di tutto: che erano emendamenti pretestuosi; che il residuo di somme nell’apposito capitolo (ben 140.000 euro a fine anno) si giustificava perché “non c’erano istanze da parte degli indigenti” mentre il dirigente asseriva che c’era una graduatoria di 600 persone; che l’Amministrazione non “voleva dare contributi a pioggia” perché c’era pronto il bando di lavoro mentre contemporaneamente il dirigente affermava che lo stesso bando era sospeso. L’unica verità era ed è che in soli due capitoli relativi agli indigenti e alle famiglie disagiate c’era un residuo di 350.000 euro non spesi a fine anno. Il che significa che in 6 mesi l’Amministrazione Piccitto non ha fatto alcuna politica sociale. Ed è gravissimo, soprattutto in un momento così drammatico come quello attuale”. “Persino nella recente conferenza stampa dell’Amministrazione per smentire l’opposizione (impropriamente registrata e mantenuta sullo streaming della diretta del Consiglio comunale sul sito del Comune) – aggiunge Migliore – l’assessore Martorana ribadiva che c’erano poche istanze degli indigenti, mentre in un comunicato stampa di oggi i consiglieri del M5S asseriscono che “per quanto riguarda gli indigenti, no ad elargizioni a pioggia, no al clientelismo più bieco”. Invece la Giunta delibera di dare un contributo straordinario a 548 famiglie disagiate, in relazione alla loro ammissibilità nella graduatoria di 600 e passa domande e nella stessa delibera la Giunta “dà atto che il bando di lavoro è sospeso”.  Mi chiedo peraltro: il M5S non sapeva che appena 3 giorni fa la Giunta deliberava i contributi agli indigenti? Non si parlano fra loro assessori e consiglieri? Fosse solo per non fare brutte figure nelle dichiarazioni contraddittorie”. “Bene – dice ancora Sonia Migliore – tenendo conto che ormai siamo abituati a sentire e vedere tutto e il contrario di tutto da parte della Giunta Piccitto, adesso ci aspettiamo che, dopo aver sbloccato i primi 100.000 euro, faccia uso dei rimanenti 250.000, di cui 213.000 euro appostati e non ancora spesi al capitolo n. 1899-37 e relativo al “servizio di assistenza economica e integrazione sociale degli indigenti”. Non si può, perché è amorale, aumentare le tasse di 8 milioni di euro ai cittadini (poveri compresi), spendere 90.000 euro per feste del Natale oltre a 130.000 euro per gli spettacoli estivi e avere soldi non spesi a fine anno per le famiglie indigenti. Non si può e non si deve, e l’opposizione serve a questo: altro che ostruzionismo, questa è mera opposizione costruttiva, ovviamente, per i cittadini, e, purtroppo, non per il sindaco Piccitto e per la sua Giunta”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.