Curiosità dalla rete

Risarcimento record di 2 milioni di euro a bimba nata invalida

Più di 2 milioni di euro a titolo di risarcimento per i i genitori di Samanta Z., la bambina nata il 30 gennaio del 2010 agli Ospedali Riuniti di Bergamo con un’invalidità del 95 per cento.

La piccola era nata senza parametri vitali attivi, era tornata in vita grazie al lungo lavoro di rianimazione dei medici della Patologia neonatale, ma è rimasta cieca, con un gravissimo ritardo psicomotorio e incapace di deglutire.

I genitori aveva parlato di un litigio scoppiato in sala parto tra due operatori sulla necessita’ di ricorrere al taglio cesareo, mentre l’ospedale ha negato la lite e aveva accusato i genitori che avrebbero autorizzato troppo tardi il ricorso al cesareo.

Sotto accusa erano finite la ginecologa e l’ostetrica presenti al momento del parto. Ma prima di arrivare ad un giudizio è stato trovato un accordo tra i i genitori della bambina, l’ospedale e le imputate. Due milioni di euro ai genitori della bambina albanese che  hanno ritirato la querela e il giudice ha disposto il non luogo a procedere.

(Affaritaliani.it )

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.