Comunicati stampa Vittoria

Vittoria, l’ Udc critico sul consiglio comunale di ieri sera

Ancora una magra figura del partito che sostiene la Giunta Nicosia. Che non ha più i numeri per governare i lavori del Consiglio comunale e che si trova in costante affanno. “Lo testimonia – afferma il gruppo dell’Udc in seno al civico consesso, con i consiglieri Daniele Barrano, Franco Caruso, Santo Cirica e Salvatore Sanzone – quanto accaduto ieri sera in aula quando l’opposizione, forte dei propri numeri, ha presentato e votato una mozione d’ordine per la trattazione della questione tecnica per eccellenza di questi ultimi giorni, vale a dire gli errori cartografici riscontrati nel Prg di Scoglitti. Anche dopo la riunione della commissione Assetto tenutasi lunedì scorso, abbiamo preso atto delle motivazioni tecniche che stanno alla base dei suddetti errori. Affinché, però, i temi potessero venire approfonditi nella maniera dovuta, abbiamo chiesto che ad occuparsene fosse il Consiglio. Da qui la presentazione della mozione d’ordine che è stata inizialmente votata per permetterne l’ingresso nell’elenco dell’ordine del giorno. Quando, poi, si sarebbe dovuto scendere nel merito della trattazione, la coalizione che sostiene Nicosia, che ormai in aula non ha i numeri, dopo avere cercato in tutti i modi di sospendere i lavori, ha pensato bene di squagliarsela evitando il confronto. A quel punto i gruppi dell’opposizione sono andati avanti, esitando in maniera favorevole il documento che tra l’altro contempla la necessità di inviare le carte alla Procura per verificare se sussistano anomalie di sorta. Un documento che contiene, tra l’altro, la richiesta di dimissioni nei confronti del gruppo “Piano”, cioè i tecnici che hanno partecipato all’elaborazione dello schema di massima, e la richiesta di dimissioni nei confronti dei tre assessori tecnici perché ritenuti incompatibili, vale a dire Cavallo, Dezio e Avola. Il dato politico, a questo punto, ci sembra chiaro. E cioè quello di una maggioranza, ormai ex, completamente in rotta, incapace di affrontare con la dovuta serenità i lavori d’aula perché sempre preoccupata di controllare i numeri, incapace, quindi, di dare qualsivoglia risposta alla città. I movimenti tellurici di cui da qualche settimana andiamo parlando stanno scuotendo alle fondamenta l’impalcatura che il sindaco Nicosia aveva faticosamente, in tutti questi anni, cercato di mettere in piedi. E siamo certi che la stessa è destinata a crollare. La Giunta monocolore su cui si regge l’esecutivo sta facendo acqua da tutte le parti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.