Attualità Pozzallo Ragusa

Chaouki (Pd): “Accoglienza in crisi anche a Pozzallo…chiarezza sulla presunta aggressione al tunisino da parte della polizia”

Dal Cpa di Lampedusa, dove si e’ rinchiuso per protesta contro le condizioni in cui sono ristretti i migranti, il deputato Pd, Khalid Chaouki, sottolinea che ci sono anche altre situazioni gravi, come quelle di Pozzallo. “Io mi sono occupato e mi voglio occupare anche di Pozzallo e di alcune segnalazioni di soprusi che mi sono pervenute. A Pozzallo ci sono oggi 355 ospiti, ne va della capacita’ di ospitalita’ e del lavoro di chi sta li’ dentro. Anche le comunita’ locali, per colpa di un numero cosi’ elevato, rischiano di far emergere delle conflittualita’ che vanno stroncate sul nascere, non consentendo queste presenze cosi’ elevate e durature nel tempo. Non e’ piu’ tollerabile il sistema -prosegue Chaouki- va dato atto al popolo siciliano di avere sentimenti di grandi umanita’ ed accoglienza, ma casi come Pozzallo e Lampedusa non sono accettabili. Presto spero di andare anche li'”.

Poi Chaouki rilancia i dubbi sulla presunta aggressione ai danni di un tunisino di 29 anni, da parte della polizia. “In Provincia di Ragusa -dichiara- c’e’ stato un fatto gravissimo sul quale bisogna far luce presto. Un giovane tunisino e’ stato aggredito ed abbiamo i documenti del medico legale che confermano la sua versione. Il giovane versa ancora oggi in condizioni pietose, fa fatica a deambulare ed ha problemi davvero seri alla salute. Bisogna far chiarezza anche all’interno delle forze dell’ordine per isolare quelle eventuali frange che pensando di non essere sottoposti alla legge, e compiono abusi e soprusi. Non bisogna minimizzare casi -sottolinea il parlamentare del Pd- che vengono segnalati da piu’ parti e che, in questo caso, abbiamo davvero documentato con dati, circostanze ben descritte e che meritano risposte in tempi rapidissimi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.