Attualità Ragusa

La Provincia “molla” l’Università?

Il Commissario straordinario della Provincia, Giovanni Scarso, deliberando un atto di indirizzo fa un passo indietro e potrebbe uscire dal Consorzio Universitario. La  spending review ed i conseguenti tagli ai trasferimenti statali agli Enti territoriali lo avrebbero portato ad assumere questa decisione. La Provincia non sarebbe più in grado di sopportare il peso economico della quota di competenza quale “socio” del Cui.  Certo la decisione di “recedere” arriva come un fulmine a ciel sereno, ma non esonererebbe l’Ente di Viale del Fante dal pagamento al Consorzio di un milione di euro per il 2014 e all’Università di Catania di 358 mila euro l’anno per  i prossimi 14 anni. La delibera del Commissario straordinario adottata con i poteri della Giunta è un atto di indirizzo e, quindi,  una proposta. Per il  recesso definitivo dal Consorzio occorre una deliberazione con i poteri del Consiglio Provinciale che dovrà essere assunta in un secondo momento.

 

One thought on “La Provincia “molla” l’Università?”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.