Cronaca

Condanna a 16 anni per l’omicida della prof. Gianna Nobile

E´ stato condannato a 16 anni e otto mesi di reclusione, Salvatore Lo Presti, il collaboratore scolastico che, uccise con la sua pistola la professoressa di Religione Gianna Nobile. L´omicidio avvenne il 15 giugno dello scorso anno all’interno dell’istituto “Pappalardo” di Vittoria. La sentenza, col rito abbreviato, è arrivata da Gup del Tribunale Ragusa Claudio Maggioni, che ha concesso l´attenuante della semi infermità mentale all´imputato. Riconosciuta inoltre una provvisionale di 1,2 milioni euro alle parti civili.

Il Pm Federica Messina, a conclusione della requisitoria, aveva chiesto la condanna dell´imputato a 16 anni e 6 mesi. Il gup gli ha comminato 2 mesi in più e disposto inoltre per 5 anni, la custodia in una casa di cura e custodia, in quanto riconosciuto  semi infermo mentale. Il Giudice ha inoltre disposto la provvisionale così suddivisa:  200 mila euro ciascuno per i genitori, il marito e i due figli della vittima, e 100 mila ciascuno per i due fratelli.

“Per la famiglia Nobile – spiega il legale di parte civile, l´avvocato Daniele Scrofani – la pena è lieve, ma comprendiamo che con una perizia medico legale di semi infermità non si poteva fare di più”. Lo Presti freddò con 2 colpi di pistola la professoressa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.