Evidenza

Rispettati gli ospedali iblei nel nuovo piano sanitario

La razionalizzazione ospedaliera al vaglio della sesta commissione all’Ars, presieduta da Pippo Digiacomo, nel distretto 2 prevede gli ospedali riuniti «Vittoria-Comiso» con 181 posti letto per acuti a fronte di quelli attivi oggi che sono 178, e gli ospedali riuniti «Modica-Scicli» con 200 posti letto a fronte degli attuali 184. A questi vanno aggiunti i 308 posti letto del distretto 1, cioè gli ospedali Civile e Maria Paternò Arezzo di ragusa. Complessivamente rispetto all’attuale la dotazione dei posti letto in provincia sarà di 689 posti letto contro i 676 attuali anche se il decreto 1150 del 2010 prevedeva un ammontare di 725 posti letto.

Ai posti letto per acuti devono essere aggiunti anche quelli per riabilitazione e lungodegenza che sono 144 nell’intera Asp a fronte degli attuali 108. Per quanto riguarda gli ospedali riuniti di «Modica-Scicli», l’ospedale Busacca di Scicli è denominato presidio di comunità e come posti per acuti avrà 4 posti di Cardiologia con una struttura semplice dipartimentale e 10 posti di Chirurgia Generale (8 ordinari e 2 DH) con struttura complessa. La presenza della Chirurgia comporta una rete di servizi attrezzata con Radiologia con Tac e Laboratoio Analisi. Ovviamente dovrà esserci anche la presenza di anestesisti. A Scicli sono previsti anche 34 posti di Riabilitazione e 24 posti di Lungodegenza. L’ospedale Maggiore di Modica, invece, avrà 186 posti letto per acuti (160 ordinari e 26 DH).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.