Attualità Racconti della Bellezza

Al via la terza edizione del concorso “Inchiostro e anima”

La Carovana degli Artisti promuove un nuovo progetto di Giusy Cancemi Di Maria, cofondatrice della stessa Associazione culturale e sociale, nonché ideatrice e fondatrice del Concorso Letterario “Inchiostro e Anima“. E proprio quest’ultimo, in questa nuova ed emozionante edizione, l’Associazione affiancherà la poetessa per la profusione della terza edizione, volta ad affrontare un tema che coinvolge ogni anima d’artistica fattura!

Inchiostro e Anima quest’anno si fa scudo d’amore!!

La memoria della “Saffo netina“, condottiera morale, spirituale e di rivalsa, verrà condotta fra le pagine di questa Italia, così propensa all’unione.
Si sente profumo di tesoro inestimabile, quello che perdura nel tempo e diviene patrimonio legittimo di cultura, affidato dalla storia, alla nostra amata Italia!
Mariannina Coffa diviene simbolo, non solo di ciò che l’amore all’arte ha dovuto affrontare nel corso dei secoli per essere sfogata senza preclusioni, ma anche di ciò che potrebbe scaturire nell’animo di tutti gli italiani: la condivisione letteraria fra le regioni.
Il patrimonio letterario è il biglietto da visita della nostra ITALIA, ed Inchiostro e Anima scende in campo per la rivendicazione poetica!!

Ecco il bando del concorso

BANDO


“VOCAZIONE O MALEDIZIONE?”

Il concorso indetto quest’anno viene dedicato alla memoria della poetessa MARIANNINA COFFA, nata a Noto (SR) nel 1841, la cui arte letteraria fu maledetta dalla famiglia del marito che fu costretta, dai genitori, a sposare. La sua vita fu una lotta continua contro le sofferenze scaturite dalla separazione dal suo grande amore, Ascenso Mauceri, forzata e voluta fortemente dai genitori, e da una salute cagionevole, con a seguire la morte di due dei suoi quattro figli e la perenne lotta contro l’arcigno suocero e le sue convenzioni morali, rispetto alla natura poetica della nuora. Quest’ultimo le impediva infatti di scrivere, poiché egli considerava la poesia – e la cultura in generale – uno strumento di perdizione e disonestà, qualora affidato in mani femminili. Queste continue alterazioni la portarono a comporre versi sofferti, sino ad essere definita ‘poetessa maledetta’, a condurla alla solitudine ed, infine, alla morte.
Ed è proprio a partire dalla storia di Mariannina Coffa, testimone di un’epoca importante della storia siciliana, e quindi del nostro Paese, e dalle poesie che ci ha lasciato della società dell’Ottocento, che scopriamo un’immagine della Sicilia sud orientale radicata ad un sistema culturale inevitabilmente discutibile e ad un’insensibilità verso la poesia e verso la donna, di cui la stessa poetessa divenne vittima.

Inchiostro e Anima diventa così lo strumento di rivendicazione dei poeti discriminati e/o dimenticati, che ci hanno preceduto e hanno lasciato la loro impronta artistica e poetica nel nostro Paese, tra i quali Mariannina Coffa, nota come “la Capinera di Noto” e “la Saffo netina”, poetessa dal grande spessore poetico e umano, e si impegna ad abbattere il muro dell’indifferenza, affinché questi sia riconosciuta nell’ambito culturale nazionale, affinché siano ripresi la ricerca, la crescita, il confronto e la conoscenza delle radici artistiche della nostra terra, per ripristinare la bellezza e il valore culturale e sociale della Poesia, affinché chi ci ha preceduto non venga mai dimenticato, bensì venga con onore ricordato.

In virtù di questa causa

La Carovana degli Artisti promuove il:

Concorso Letterario Internazionale “INCHIOSTRO E ANIMA “
(ideato e fondato da Giusy Cancemi Di Maria)
Terza edizione 2014/15 in memoria di Mariannina Coffa
‘La Saffo Netina e Capinera di Noto’

“Vocazione o Maledizione?”

REGOLAMENTO

1. Sono previste tre sezioni:

Sezione A: Poesia singola a tema libero: si partecipa con tre poesie, ognuna delle quali non deve superare i 28 versi.
Sezione B: Poesia singola a tema “Vocazione o maledizione?”: si partecipa con tre poesie, ognuna delle quali non deve superare i 28 versi.
Sezione C: Lettere d’ogni tempo, epistole d’amore: si partecipa con un breve scritto che non deve superare quattro cartelle, formato A4, font Times New Roman, corpo 12, interruzione di riga tra una testo e l’altro (interlinea).

Possono concorrere autori di tutto il mondo, con testi esclusivamente in lingua italiana. I testi possono essere editi o inediti e si può partecipare a tutte le tre sezioni.

2. La quota di partecipazione corrisponde a 20 euro per la sezione B , “Vocazione o maledizione?”, da versare sul numero di contocorrente postale n. 001015998014
intestato all’Associazione Culturale “La Carovana degli Artisti” – causale: III Edizione Concorso Internazionale Inchiostro e Anima.
La quota di partecipazione per la sezione A e sezione C, corrisponde a 10 euro, da versare sul numero di contocorrente postale n. 001015998014
intestato all’Associazione Culturale “La Carovana degli Artisti” – causale: III Edizione Concorso Internazionale Inchiostro e Anima.

3. Per partecipare al concorso è necessario inviare un messaggio di posta elettronica entro e non oltre il 30 Aprile 2015 all’indirizzo: inchiostroeanimaconcorso@gmail.com allegando:

• Un documento in formato testo (Word o similare) contenente gli scritti, una breve nota biografica e le proprie generalità, quali: nome, cognome, indirizzo e recapito telefonico;
• Una copia digitale della ricevuta di avvenuto versamento della quota di partecipazione.

SI INFORMA CHE NON VERRANNO PRESE IN CONSIDERAZIONE LE OPERE INVIATE IN UN FORMATO DIVERSO DA QUELLO RICHIESTO E/O MANCANTI DELLA RICEVUTA DI PAGAMENTO

I concorrenti dichiarano implicitamente di accettare tutte le norme che regolano questo concorso.

4. I PREMI:

Sezione B: Il ‘Premio Mariannina Coffa’ consiste nella pubblicazione di n. 100 copie d’autore, dal valore di 1000 euro, del primo classificato alla sezione con tematica “Vocazione o Maledizione?” al quale chiederemo, a lavoro della giuria concluso, una silloge di 30 poesie, che verranno pubblicate. Una targa di riconoscimento poetico andrà al secondo e al terzo classificato, unitamente alla copia dell’antologia.

Sezione A e C: Il premio delle sezioni A e C consistono nella consegna di un trofeo assoluto, al primo classificato, e di un trofeo di riconoscimento poetico per il secondo e terzo classificato, unitamente alla copia dell’antologia.

In caso di particolare merito (a discrezione della giuria) non si escludono pergamene premio ad autori che non siano stati classificati fra i primi tre.
In assenza dei partecipanti o di eventuali delegati alla serata conclusiva del premio sarà inviato il tutto a domicilio, a cura e spese della Segreteria del Premio.

Un’edizione a tiratura limitata conterrà tutte le opere che hanno riscontrato il parere favorevole dei componenti della commissione di lettura. Saranno avvisati gli autori selezionati, le cui opere saranno antologizzate, ai quali sarà richiesta, ad avvenuti risultati finali della commissione di lettura, l’ACQUISTO DI ALMENO UNA COPIA DELL’ANTOLOGIA CHE AVRÀ COME PREZZO DI COPERTINA 12 EURO e che sarà spedita nel caso in cui l’autore non potrà presenziare alla serata di premiazione, a spese della segreteria del premio.

La commissione, sarà costituita da un presidente della giuria e da giurati professionisti e qualificati di cui comunicheremo i nomi e che valuteranno le opere pervenute in formato anonimo e codificato.

5. Agli Autori scelti e presenti nell’Antologia saranno dedicate almeno tre pagine, contenenti la pubblicazione di tutti i lavori inviati (le tre poesie, e/o testo narrativo ) e una breve nota biografica che PREGHIAMO DI INVIARE INSIEME ALLE OPERE E ALLA RICEVUTA DI PAGAMENTO.

6. Gli autori resteranno titolari dei diritti sulle loro opere, fatta salva la pubblicazione delle stesse, per la quale non potranno richiedere alcun compenso.

7. La cerimonia di premiazione si svolgerà in data e luogo ancora da definire. Verranno informati in tempo, tutti gli autori che avranno partecipato. Larga pubblicità sarà data al concorso ed alla sua serata conclusiva, aperta a tutti gli autori e anche al pubblico.

8. I dati personali saranno trattati secondo quanto disposto dalla legge sulla privacy 675/’96 e successive modifiche.

9. Gli elaborati inviati saranno annullati dopo la pubblicazione, oppure dopo la fine del presente concorso.

10. Tutta l’operazione del concorso non prevede fini di lucro. Il ricavato in eccesso rispetto a tutte le spese organizzative e a quelle della stampa dell’Antologia sarà devoluto alle associazioni che vorranno collaborare e che combattono ogni forma di violenza che sia infantile, psicologica, fisica, sociale e che ci sosterranno nella divulgazione del bando e nella realizzazione del concorso stesso.

Per ulteriori informazioni scrivete su Facebook, nelle pagine di Inchiostro e Anima o agli indirizzi ufficiali del gruppo:

inchiostroeanimaconcorso@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.