Attualità

Banca della Contea di Modica: operazione “scippo” travestita da aggregazione?

Si  è riunito, nei locali della sala Spadaro presso il municipio di Modica, il comitato dei soci della BCC della Contea di Modica.

Il Prof. Francesco Rando, portavoce del Comitato, ha relazionato sull’incontro, presenziato dal Sindaco di Modica, Ignazio Abbate, ed a cui hanno partecipato il Sindaco di Scicli, Franco Susino, il Sindaco di Pozzallo, Luigi Ammatuna, il Vice Sindaco di Ispica, Cesare Pellegrino ed i rappresentanti delle Associazioni di categoria quali ConfCooperative, AssoCommercianti, Coldiretti, Cna, Confcommercio, Unifidied i rappresentanti di categoria del comprensorio.

Il Comitato ha preso atto con grande soddisfazione che, all’unanimità, i Rappresentanti delle Istituzioni e delle Categorie hanno manifestato piena solidarietà e vicinanza ai soci della Banca, che considerano un patrimonio dell’intero territorio, non solo da salvaguardare, ma anche, e soprattutto, da rilanciare con una nuova e rafforzata azione di sviluppo.

Il Comitato, dopo aver espresso apprezzamento per l’azione di Banca d’Italia, ha esaminato, alla luce della semestrale,lo stato attuale della Banca, che, anche se avviata ad un proficuo percorso di risanamento, sta correndo il serio pericolo di essere assorbitadalla BCC di Regalbuto attraverso una operazionedi “scippo” travestita da aggregazione. Il Comitato ha ribadito che le prospettive di rilancio e di sviluppo potranno essere messe in atto solo dopo che l’assemblea straordinaria dei soci, convocata per Domenica 23 Novembre, avrà votato NO, respingendo un “offerta” a dir poco irricevibile, presentata dalla Regalbuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.