Cronaca Evidenza

Morte Loris, la strano storia delle fascette

Secondo quanto riferisce il Corriere della sera, c’è un nuovo tassello che si aggiunge al mistero della morte del piccolo Loris: “Un mazzo di fascette consegnato alla maestra di suo figlio. «Ve le restituisco, sono quelle che servivano per le lezioni di scienze» ha detto Veronica all’insegnante. Ma a scuola i bambini non hanno mai lavorato con quelle strisce di plastica, né per le ore di scienze né per ricerche o compiti di altro genere. E la maestra, per quanto trovasse strano l’episodio, ha fatto finta di nulla, le ha prese e subito dopo le ha consegnate alla polizia.” Alla maestra che ha consegnato il materiale alla polizia, le fascette sono state date il giorno in cui la donna era andata a fare le condoglianze alla famiglia a casa di Loris. La madre del bambino continua a essere sospettata ma non indagata e mentre il suo avvocato, Francesco Villardita, ripete che «siamo tranquilli, lei ha portato il bimbo a scuola»,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.