Politica

Lettera aperta dell’on. Orazio Ragusa al nuovo commissario straordinario dell’ex Provincia:”Cartabellotta convochi al più presto il tavolo dello sviluppo in simbiosi con la Camera di Commercio”

Lettera aperta dell’on. Orazio Ragusa al nuovo commissario straordinario dell’ex Provincia regionale di Ragusa, oggi Libero consorzio comunale. A Dario Cartabellotta, che l’on. Ragusa conosce bene per averlo apprezzato prima nelle sue funzioni di dirigente generale del dipartimento pesca dell’assessorato Agricoltura e foreste della Regione e poi di assessore regionale al ramo, nominato in questo ruolo da Crocetta, sono rivolte alcune sollecitazioni affinché possano essere sbloccate tutta una serie di questioni che, finora, purtroppo, sono rimaste lettera morta. “Sono davvero contento e gradisco molto – scrive l’on. Ragusa nel documento – che un dirigente della sua levatura possa guidare in questa fase di transizione l’ex Provincia. Sono ancora più rincuorato dal fatto che, già nella sua prima presa di contatto con il territorio, Lei abbia individuato quali le priorità che occorre porre sotto i riflettori per evitare che questo territorio continui a girare in circolo come un cane che si morde la cosa. Fondamentale il discorso legato all’Expo 2015. Abbiamo perso troppo tempo. Ma non è questo il momento delle recriminazioni. E’ indispensabile recuperare il terreno perduto e ritengo che l’ex Provincia possa promuovere, in sinergia con gli altri enti territoriali, tutte quelle iniziative che si rendono necessarie perché sia garantita la presenza a Milano, nella maniera migliore e più visibile, delle nostre aziende dell’agroalimentare. E non solo. C’è poi l’altra grande questione che ha a che vedere con il futuro dell’Università. Quale il ruolo che l’ex Provincia intende giocare in questo contesto? Abbiamo già ascoltato che Lei intende riallacciare un rapporto con il Consorzio universitario ibleo. E queste sono le premesse giuste per attivare positive dinamiche di crescita. E’ poi essenziale che ci si possa muovere in sinergia con gli altri enti territoriali anche per quanto concerne il quadro infrastrutturale. L’ex Provincia può ancora continuare a svolgere un ruolo, anche se limitato rispetto al passato, di cabina di regia per quanto riguarda la necessità di assicurare la migliore funzionalità alle opere più importanti del nostro territorio: dall’aeroporto di Comiso al porto di Pozzallo, passando per l’autostrada e per la superstrada Ragusa-Catania. Senza dimenticare progetti che rischiano di finire nel dimenticatoio come la variante alla Ss 115 nel tratto Ragusa-Vittoria. Sono certo che il commissario straordinario Cartabellotta riuscirà ad imprimere la marcia giusta con riferimento alle risposte che l’area iblea si attende. Occorre avere una visione, un programma generalizzato per il futuro. Non si può andare avanti a spizzichi e bocconi così come, in parte, accaduto finora. Ecco perché, nell’augurarLe buon lavoro, La invito a convocare, in tempi ragionevolmente brevi, un tavolo che coinvolga tutte le forze vive del territorio, il tavolo dello sviluppo e della concertazione che un tempo veniva convocato alla Camera di commercio e che, oggi, benissimo, potrebbe essere riproposto da entrambi gli enti in maniera sinergica, affinché, tutti assieme, siano individuate le soluzioni necessarie per la crescita”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.