Appuntamenti Cronaca

RILASCIATO L’EX MINISTRO EGIZIANO FERMATO A COMISO

La polizia italiana mi ha fermato per tre ore nei pressi di Comiso su richiesta delle autorità egiziane di estradarmi”, è il tweet che ha pubblicato il 1° agosto, Mohamed Mahsoub, ex ministro del governo del presidente egiziano Mohammed Morsi (attualmente in carcere). Mahsoub è stato prima fermato e interrogato all’aeroporto di Catania e poi rilasciato dalla polizia, perché nei suoi confronti pendeva un mandato di estrazione dall’Egitto. Sul suo profilo social l’ex ministro ha precisato che le autorità italiane “hanno rifiutato di rivelare le accuse contro di me”.

Mahsoub, esponente del partito islamista al-Wasat era stato sottosegretario ai rapporti con il Parlamento dall’agosto al dicembre del 2012 e aveva lasciato l’Egitto dopo il golpe del 2013, con cui Al-Sisi è arrivato al potere. Nei suoi confronti era stato emesso un ordine di arresto da parte dell’Interpol sulla base di una richiesta delle autorità del Cairo, che lo accusa di frode. Il provvedimento di estradizione, da quanto riporta l’Ansa, è stato ritenuto non applicabile all’ex ministro, docente di legge e avvocato, che nel frattempo ha ottenuto la cittadinanza italiana, essendo sposato con una donna italiana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.