Appuntamenti Politica

A Scicli c’è un Commissario per tutto!

SCICLI: NOMINATO IL TERZO COMMISSARIO

È davvero incredibile. Nel più completo silenzio dell’Amministrazione Comunale si apprende che è stato nominato un terzo Commissario ad acta, con indennità e spese poste a carico dei cittadini di Scicli, sui quali gravano già le spese attinenti gli altri due Commissari ad inviati nella nostra città. Uno, lo ricordiamo, è stato nominato perché il Comune non ha dato alcuna risposta all’assessore Cordaro in merito al Piano spiagge. L’altro perché l’Amministrazione non ha provveduto ad esitare il rendiconto 2017 (e dunque nemmeno il bilancio di previsione 2018). Ma non sono certo spese ed indennità a preoccupare maggiormente, quanto l’abbandono di ogni attività politica e gestionale presso il Comune di Scicli e che sta alla base dei tre gravi provvedimenti regionali.

Il terzo Commissario giunge a Scicli nominato dall’Assessore dell’Energia e dei Servizi di Pubblica Utilità al fine di prelevare dalle casse comunali l’importo di 48.136,766 euro che il Comune deve come spese di funzionamento della SRR ATO 7 Ragusa. Sappiamo che la materia potrebbe essere controversa e ci aspettiamo che in questo caso il Comune sappia difendersi, trovando accanto a sé una cittadinanza pronta e attenta, per quanto sempre più sfiduciata. Ma a questo punto è “l’attitudine” di Scicli a farsi commissariare che turba e colpisce.

Di fronte a fatti tanto gravi che si accumulano uno dopo l’altro sulle spalle di una città che appare ormai priva di governo, l’Amministrazione e la maggioranza, un tempo così prodighi di comunicati e post sui social, hanno scelto la strada del silenzio. Si tratta forse di saggia discrezione? La nostra città è già provata dal più completo abbandono da parte di un primo cittadino assente dai Consigli Comunali e la cui firma non appare più nemmeno negli atti della Giunta Comunale. A questo punto, dato l’andazzo, noi temiamo fortemente che altre nubi si stiano addensando sul cielo di Scicli. La ragione del silenzio sta nel fatto che non ci sono più parole che possano coprire quanto già accaduto, né scongiurare quanto di dannoso potrebbe ancora succedere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.